A Scià, l’arte e il recupero degli antichi vigneti

L’azienda Agricola A Scià, impegnata da 4 anni nel recupero dei vigneti, ha raggiunto nel 2018 i 3 ettari di terreno, collocati tra Monterosso e Vernazza. Ultimo di questi è la collina dell’Eremo della Maddalena, ricostruita nei muretti a secco ed innestata dei tipici vitigni del territorio
Albarola, Vermentino e Bosco. Tutto ciò contribuisce, oltre che alla bonifica agricola, anche alla veduta storica.
Sensibile alla cultura ed alla storia di questi territori A Scià si sposa con l’arte, la valorizzazione degli “artisti” che con passione e duro lavoro hanno nei secoli contribuito alla costruzione di questo paesaggio pittoresco e da cui ora trovano ispirazione.

Annunci

Vigneto degli Eremiti abbandonato da 50 anni

L’Azienda Agricola Monterossina A Scià è impegnata nel recupero dei terreni abbandonati:
(per la produzione del vino DOC Cinque Terre) la collina dell’Eremo della Maddalena, trascurata da oltre 50 anni, è ora in restauro in collaborazione con Elisabetta Cocciolo.
L’Eremo della Maddalena antico gioiello di Monterosso è ora suggestivo luogo di incontro tra vino tradizione e arte…

Schiacchetrà Riserva “A Scià Gold Hair”

Schermata 2017-10-27 alle 16.24.36

Cinque Terre Sciacchetrà è un vino passito dolce, giallo dorato, con sentori di frutta secca, miele e caramello. Uva: Bosco appassita. I suoi grappoli accuratamente scelti, sgranati a mano uno ad uno, si trasformano in un vino complesso di profumi e denso come la sua tradizione. Per ottenere un buon Schiacchetrà, è importante rispettarne i tempi; A Scià Riserva rimane in affinamento per ben 36 mesi: in barrique di rovere francese per i primi 24, in piccoli caratelli di ciliegio e rovere per i restanti 12.
La bottiglia è vestita dalla Designer Hélène Barró, che afferma:  “Lo Sciacchetrà non può che essere Donna! Il suo colore dorato e il suo sapore passionale mi fa pensare ad una treccia lunga che brilla al sole”.
Vino da meditazione abbinato a formaggi dal sapore deciso ed intenso, più tradizionalmente con il bucellato o pandolce genovese, temperatura di servizio 14 gradi.

Pensieri appesi e angoli nascosti delle Cinque Terre

Già noto l’impegno costante che l’Azienda Agricola A Scià offre nella valorizzazione dell’arte e la letteratura. Lieta quindi di presentare, dopo il successo ottenuto dal suo primo libro “guida infografica alle Cinque Terre-gastronomia, curiosità e sentieri”  la pubblicazione di quest’opera:” Pensieri appesi e angoli nascosti delle Cinque Terre” illustrata dall’artista Monterossina Hélène Barraud.
Schermata 2017-10-27 alle 14.55.56.png

Segni delicati, colori che riempiono volumi semplici,
macchie ostinate e ripetute,
memorie di immagini e profumi della sua terra.
è così che Hélène Barraud nei suoi acquerelli soddisfa l’esigenza
di esprimersi e lascia affiorare un mondo sospeso tra la leggerezza del colore diluito e l’incertezza del segno.
Dettagli di luoghi e grovigli di ricordi, appena accennati da parole, ci trasportano in un universo discreto e raffinato, ruvido e caldo come le rocce bruciate dal sole e segnate dalla salsedine del mare delle Cinque Terre. Nulla è scontato nella semplicità dei ricordi che riaffiorano tra queste pagine. 
M.R.

Schermata 2017-10-27 alle 15.20.00.png